Mrs.Sporty Tiburtina e MEDICENTER insieme per la tua BELLEZZA!

LA RADIOFREQUENZA: il “lifting non chirurgico”

 

Abbiamo avuto un’intervista con la Dott.ssa Federica Stella per avere maggiori informazioni da condividere con le nostre Sporty Ladies

L’invecchiamento cutaneo è un processo fisiologico legato sia all’età anagrafica che alla graduale trasformazione dei tessuti. Già dai 25/30 anni di età la pelle comincia a invecchiare facendo affiorare in superficie i caratteristici segni causati dal progressivo assottigliamento del tessuto cutaneo e dalla riduzione qualitativa e quantitativa delle cellule. Parliamo, sorridiamo e comunichiamo tramite moltissimi muscoli mimici facciali che attraverso il perenne movimento sottopongono la pelle ad allungamenti, stiramenti e contrazioni con la conseguente comparsa di rughe d’espressione.

La Radiofrequenza è una tecnica molto utilizzata per combattere gli inestetismi che inevitabilmente compaiono sul nostro viso a causa dell'avanzare dell'età.

Si svolge in ambito ambulatoriale, non è invasiva ed è indolore.

Il suo obiettivo è quello di stimolare la produzione naturale del collagene e di conseguenza rassodare i tessuti che a seguito di un processo di invecchiamento o dimagrimento repentino, sono andati incontro a un cedimento cutaneo.

 

 

 

Come funziona?

Nota come "lifting non chirurgico" si basa sulla capacità delle onde radio di generare calore provocando uno shock termico benefico, strettamente controllato e assolutamente indolore. Contemporaneamente verranno stimolati i fibroblasti (le cellule che compongono il derma) a produrre nuovo collagene, fibre elastiche e glicosaminoglicani che costituiscono gli elementi fondamentali per la bellezza della nostra pelle, in quanto il loro insieme va a costituire l'impalcatura che la sostiene. Inoltre, veicolato a maggiore profondità, l’effetto termico determina vasodilatazione, favorendo la circolazione sanguigna, riducendo la ritenzione idrica, incrementando l’apporto di ossigeno ai tessuti.

 

Quali sono i suoi campi di applicazione?

L’azione principale della RF è il rimodellamento dei tessuti e la stimolazione del microcircolo nelle aree trattate.

La produzione di nuovo collagene fa si che il rilassamento cutaneo non solo si arresti ma addirittura regredisca, con conseguente assottigliamento di rughe, smagliature e cicatrici e migliorando l’elasticità e la tonicità della pelle.

A livello del volto, la radiofrequenza agisce incrementandone il turgore, attenuando la visibilità delle rughe, ridefinendo l’ovale, rassodando la grana cutanea, migliorando il tono di mento, collo e décolleté.

Inoltre è indicato per il trattamento del grasso localizzato e della cellulite in quanto il calore va ad aumentare l'apporto di ossigeno ai tessuti grazie a una vasodilatazione localizzata e un rimodellamento dei tralci fibrosi responsabili della caratteristica alterazione della superficie a "buccia d'arancia".

 

La radiofrequenza medicale quindi, è consigliata a donne e uomini dai 18 anni in su con:

•Rughe e solchi cutanei di vario tipo (zampe di gallina, rughe della marionetta, solchi naso labiali, codice a barre).

•Rilassamento della pelle del collo e del corpo dopo dimagrimento importante

•Cicatrici post acneiche o esiti di altro tipo

•Smagliature

•Cellulite

•Adiposità localizzate

•Décolleté

 

Quali controindicazioni ci sono?

Non ci sono particolari controindicazioni. Le principali sono rappresentate da gravidanza, allattamento, portatori di pacemaker, trattamento anticoagulante e patologie cutanee autoimmuni come il Lupus Eritematoso Sistemico.

A differenza di altri trattamenti medico-estetici, la radiofrequenza può essere effettuata su qualunque tipo di pelle e in ogni periodo dell’anno, anche in estate, perché non foto-sensibilizza la cute.

 

Quali Effetti collaterali?

Non sono stati documentati effetti collaterali legati al corretto funzionamento del macchinario. Il calore che viene raggiunto dall'epidermide all'ipoderma non supera i 40°- 45°C e non è quindi in grado di causare ustioni di alcun tipo.

 

Radiofrequenza medica o estetica?

E’ importante ricordare che la differenza tra radiofrequenza medica ed estetica è sostanziale in quanto i dispositivi utilizzati sono completamente diversi. Una prima distinzione riguarda la potenza del macchinario: secondo la legge italiana e le indicazioni del Ministero della Salute i centri estetici e le estetiste, possono effettuare trattamenti a bassa frequenza fino ad un massimo di 50 Watt.  Mentre quelli medici, come quello da noi utilizzato, arrivano anche a 700 Watt e possono essere utilizzati solo ed esclusivamente da personale medico.

Inoltre i dispositivi medicali permettono al medico di regolare l’intensità del trattamento; mentre le apparecchiature per la radiofrequenza estetica non permettono di modificare le cariche erogate, sono tarate su determinati valori che rimangono fissi e che quindi non possono essere in alcun modo alterati dall’operatore.

Di conseguenza i risultati saranno molto differenti.

 

Quali sono i costi?

Una singola seduta di RF medica ha un costo, indicativamente, di 100-150 euro. Naturalmente, il prezzo può variare in funzione delle aree che si devono trattare e della loro estensione, così come può variare a seconda del medico che esegue il trattamento.

 

Il dispositivo:

Il nostro è un dispositivo a radiofrequenza monopolare che prevede la presenza di una piastra posizionata a contatto la schiena del paziente. La lastra, di forma rettangolare, ha il compito di ricevere le onde radio emesse dal manipolo, favorendo il surriscaldamento della zona trattata e incrementando, così, l’efficacia del trattamento stesso. Il manipolo viene fatto scivolare sull’area interessata con l’ausilio di una crema apposita. Al termine la paziente può riprendere le normali attività. Grazie al manipolo monopolare l'energia termica fuoriesce da un'unica fonte e l'onda elettromagnetica andrà dal manipolo alla piastra con una maggiore profondità ed efficacia rispetto ai manipoli bi o multipolari che potrete trovare nei centri estetici. Il suddetto manipolo ha una duplice funzione: un peeling di ringiovanimento cutaneo con O3 e l’emissione di onde radio dallo stesso manipolo in ceramica in due diversi momenti della seduta e per un tempo definito e personalizzato in base al paziente con un effetto di vaporizzazione e sterilizzazione prima e rimodellamento poi.

Il dispositivo da noi utilizzato dispone inoltre di un manipolo per la radiofrequenza frazionata dotato, all’estremità, di microaghi dorati dallo spessore infinitesimale, di circa 2,5 millimetri con possibilità di penetrazione regolabile da 0,3mm a 3mm. Gli aghetti pungono l’area e si ritraggono in un lasso di tempo eccezionalmente breve, pari a un microsecondo. La stimolazione termica del derma profondo unita al trattamento frazionato dell’epidermide porta alla produzione di collagene elasticizzando i tessuti con un potente rimodellamento del collagene che non solo migliora le cicatrici e le rughe ma induce anche un effetto di "skin tightening" a lungo termine.

 

Come si svolge la seduta?

La seduta si svolge nell'arco di circa 30 minuti. E’ preceduta da un colloquio conoscitivo, un'anamnesi e una valutazione delle necessità del singolo paziente. Il numero di sedute può variare dalle 2 alle 8 a seconda dei bisogni del soggetto e in seguito potranno essere effettuate periodicamente delle sedute di mantenimento.

Il nostro è un trattamento diviso in due fasi: la prima è il peeling con O3. In questa fase andremo a creare una vaporizzazione e sterilizzazione dello strato corneo della pelle rimuovendo le cellule morte e le tossine e donando un immediato effetto di illuminazione globale del volto, riducendo le macchie cutanee più superficiali e preparando la pelle alla seconda parte del trattamento in cui il calore sprigionato dalle onde radio stimolerà i fibroblasti per la riparazione cutanea e la deposizione di collagene con un naturale e fisiologico effetto di ringiovanimento e rassodamento cutaneo che sarà visibile già qualche giorno dopo la prima seduta.

Infine dal trattamento ozonizzante dell’innovativa funzione O3, per affinità elettive con i processi naturali di ossigenazione biochimica cellulare e tissutale, le malattie dermatologiche come l’herpes simplex e zoster e gli eczemi acuti e cronici dermatiti da contatto, acne, psoriasi, micosi e le patologie allergiche con disordini metabolici ottengono innegabili benefici.

 

 

18. Novembre 2020
Chiudere menu