Donne e motivazione

Che cosa motiva le donne? Ci sono differenze tra uomini e donne?

In quest’epoca 2.0 tutti noi abbiamo sbirciato e letto almeno un articolo di psicologia su internet. Abbiamo sentito e letto parole come “coaching”, “schemi di comportamento” e sicuramente “pulsante motivazionale”. Ma siamo sicuri di avere capito che cos’è davvero la motivazione?

Anzitutto esistono due tipi di motivazione dal punto di vista psicologico. Da un lato le motivazioni primarie, ovvero quelle ci spingono a soddisfare impulsi di natura fisiologica, quali la fame, la sete e il sonno p.es. Dall’altro lato le motivazioni secondarie e quindi di natura sociale o personale come p.es. la cooperazione e il successo. In prima battuta quindi dobbiamo soddisfare le nostre motivazioni primarie, perché se abbiamo fame o se non abbiamo dormito da giorni, difficilmente riusciremo a portare a termine qualsiasi altra attività. Quindi, cos’è che ci spinge ad agire una volta che le motivazioni essenziali sono state soddisfatte? Quali cose ci spingono all’azione? E siamo tutti uguali oppure ci sono differenze…tra uomini e donne p.es.?

La motivazione riguarda tutti gli ambiti della nostra vita e si dice spesso che “lo sport è una palestra di vita”. Infatti lo sport ci insegna l’importanza delle regole, ci aiuta a crescere in maniera sana, ad imparare ad affrontare le sfide e anche ad imparare a gestire la delusione della sconfitta.
Ma cosa differenzia le donne dagli uomini? Beh, agli uomini piacciono le sfide e ambiscono a raggiungere performance sportive eccellenti. In estrema sintesi queste rappresentano le spinte motivazionali più comuni negli uomini.

Vale lo stesso per le donne? Non proprio! La percentuale di donne che pratica sport per spirito di sfida o per eccellere è decisamente più bassa rispetto al mondo maschile. In cima alle motivazioni femminili ci sono obiettivi concreti come rassodare, perdere peso e il “bodyshaping”. È anche vero che uomini e donne sembrano sostanzialmente d’accordo su un fatto: come risultato da un recente studio su un campione di circa 2000 individui, uomini e donne in egual percentuale (circa l’80%) sostengono che l’attività sportiva sia la migliore medicina per mantenersi sani e in salute!  

A questo punto cosa possiamo fare concretamente per mantenere alta la motivazione? Abbiamo 5 consigli da darti:

1- Divertiti! Non dimenticare mai di divertirti qualsiasi attività tu stia praticando

2- Dai una direzione ai tuoi sforzi: fissati degli obiettivi concreti e raggiungibili

3- Quando raggiungi un obiettivo, premiati o festeggia

4- Ricordati che siamo abitudinari, ma che per trasformare un nuovo proposito in un’abitudine ci vogliono almeno 66 giorni (e non 21)

5- Verifica periodicamente i tuoi miglioramenti, metti in conto qualche errore lungo il percorso e cambia direzione se qualcosa non funziona come dovrebbe

06. Dicembre 2017
Chiudere menu